Tradizioni matrimonio: perché si lancia il riso sugli sposi?

Tradizioni matrimonio: perché si lancia il riso sugli sposi?

di Gabriella Massara

L’abitudine di lanciare il riso quando gli sposi escono dal luogo di celebrazione del matrimonio è un rito propiziatorio di fortuna e prosperità. Che cosa rappresenta il riso? Da dove viene questa tradizione?

Le origini della tradizione sono da ricercare in leggende popolari e costumi di un tempo. L’ipotesi maggiormente accreditata è quella che si rifà alla tradizione cinese.

Secondo un’antica leggenda cinese, il Genio Buono, commosso alla vista della sofferenza del suo popolo colpito da una grave carestia, chiese ai contadini di irrigare i campi con l’acqua del fiume e vi disperse i propri denti. Dall'acqua crebbero migliaia di piante di riso che sfamarono il popolo. La leggenda dunque associa il riso all'abbondanza e alla felicità che trova espressione nel sorriso umano, con i denti che si fanno seme di gioia futura.

Oramai, in quasi tutte le culture popolari, da est a ovest, il riso è simbolo di abbondanza e fertilità, da qui la credenza secondo cui il riso significa desiderio di buona sorte per i novelli sposi e quindi di fertilità per la nuova coppia.

Attualmente questa tradizione è cambiata molto e sono sempre più gli sposi che cercano metodi alternativi e originali per rinnovare la tradizione. Molti infatti aggiungono al riso petali di rose, fiori colorati o coriandoli (che possono essere un valido sostituto del riso stesso se si vuol evitare di ricevere un pugno di riso in faccia da qualche amico burlone o se si è attenti allo spreco di cibo che il lancio del riso comporta). I più originali però ricorrono al riso trattato e colorato insieme a bolle di sapone o palloncini creando così bellissimi effetti scenici.

 

E per la lista nozze? Ecco un consiglio per te!

SCOPRI GIFTSITTER

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!