Single a San Valentino: corso di sopravvivenza per non cedere

Single a San Valentino: corso di sopravvivenza per non cedere

di Gabriella Massara

Goodbye tristezza e malinconia. Si può stare bene a San Valentino anche da single.

Ebbene sì, è arrivato quel periodo dell'anno in cui si indossano le lenti rosa, tutto ci sembra bello e la città ci parla d'amore se non fosse che.... siamo SINGLE. La vita in solitaria è bella, rilassante, ci fa sentire liberi, ma a San Valentino le nostre convinzioni di "single incalliti" possono un po' vacillare. Coppiette innamorate ovunque, scatole di cioccolatini nelle vetrine, ristorantini romantici che propongono il loro menu per la grande serata rigorosamente a lume di candela, frasi sdolcinate e dichiarazioni smielate. E noi? A casa in solitudine? No, non va bene, non dobbiamo cedere e abbandonarci alla tristezza.

Come tutto nella vita basta semplicemente avere un piano d'attacco. Ecco il nostro:

1. Commiserazione vai via. Non essere una Bridget Jones ubriaca sul divano in pigiama che intona a gran voce All by Myself. Vietato piangersi addosso e pronunciare frasi patetiche del tipo: "non mi ama nessuno", "rimarrò per sempre solo/a", "la vita è ingiusta". Sai bene che non è così: essere single non significa essere soli. L'amore ha mille sfaccettature e hai molto da condividere con tutte quelle persone che ti vogliono bene.

2. Hai voglia di un regalo? Fattelo da solo! Sicuramente riuscirai a scegliere ciò che desideri realmente e non avrai la casa popolata da terribili peluche spelacchiati che abbracciano improbabili cuori rossi. Dai, ragiona, chi vorrebbe una roba del genere a casa? (A proposito di regali indesiderati, conosci Giftsitter? Potrebbe essere la soluzione a tutti i problemi).

single_a_san_valentino

3. Voglia di tenerezza? Coccolati! Vai in una Spa per un massaggio rilassante, fai un bel bagno caldo a casa circondata da candele profumate, vai dall'estetista o dal parrucchiere per farti bella, invece se sei un uomo...beh, potresti stare ore e ore a far ciò che ti piace senza che nessuno ti giudichi o si lamenti: playstation, fumetti, film d'azione. Il tempo è tuo e fai ciò che ti pare. Il segreto è dedicare quel giorno solo a te: esisti tu e solo tu e non c'è niente di più bello.

4. Viaggio in solitaria? Assolutamente sì. Non ce la fai proprio a vedere tutte le coppiette sbaciucchiarsi e dichiararsi amore eterno, fai un biglietto e parti, dove non importa (per questo ti consiglio un'app nuova e divertente che riesce a trovare voli a prezzi stracciati: Tripoow). Viaggiare da soli non è triste e se non ci credi in questo articolo ti do ben 50 motivi per farlo.

5. Cenetta romantica? No grazie. Meglio una festa con gli amici. I veri amici non ti abbandonano mai e anche se sono fidanzati riusciranno a non farti pesare che sei single. Organizza una grande festa e chissà, magari incontrerai proprio l’anima gemella a questa feste e, anche se non la incontrerai, almeno avrai passato una serata piacevole e divertente.

Post1

Sei ancora triste di essere single a San Valentino? Se sì, tieni duro, è un solo giorno e passa in fretta!

Grandi progetti futuri da realizzare!

SCOPRI GIFTSITTER

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!