Pixel
Matrimonio e superstizioni: non ci credo, ma...

Matrimonio e superstizioni: non ci credo, ma...

di Gabriella Massara

Siete dei tipi superstiziosi? La risposta sarà un corale "no", ma sappiamo tutti che alla fine, chi più chi meno, cerchiamo di ovviare a qualche rito scaramantico per scacciar via la cattiva sorte, figuriamoci il giorno del nostro matrimonio dove l'unica parola d'ordine sarà "e vissero felici e contenti".

Il matrimonio essendo un rito antichissimo che si celebra in tutto il mondo è ricco di tradizioni e usanze che si tramandano nel tempo. Ma oltre alle tradizioni, a farla da padrone sono anche le innumerevoli superstizioni legate al grande giorno. Noi di Giftsitter proveremo a mettervi in guardia da alcune.

Prima del matrimonio sono tante le cose da fare e non fare. Ad esempio, la sposa non si deve guardare allo specchio con il vestito da sposa il giorno del matrimonio; si può fare, ma togliendo una scarpa, un orecchino o un guanto in modo da non essere completamente perfetti nel momento in cui ci si specchia.

Tra le cose che portano sfortuna vi è quella di acquistare nello stesso momento l'anello di fidanzamento e le fedi nuziali,  come è di cattivo augurio mettersi al dito la fede prima della celebrazione del matrimonio.

Per quanto riguarda il velo indossato dalla sposa è considerato più fortunato se donato da qualcun'altro, ovviamente assicuratevi che sia di una sposa felice.

Una delle credenze più famose è quella degli sposi che, in nessun caso, senza alcuna eccezione, non si devono vedere prima dell'incontro in chiesa. Ma non solo, lo sposo non deve mai vedere il vestito della sposa se non al momento della cerimonia, vederlo prima porterebbe sfortuna.

Inoltre, lo sposo già uscito di casa per recarsi in chiesa non deve tornare sui propri passi, quindi per qualsiasi evenienza meglio avere un amico o un testimone vicino in quel giorno per aiutarvi nelle urgenze.

E per carità, non fate cadere le fedi in chiesa, se dovessero cadere andranno raccolte solo da chi celebra il rito se non volete imbattervi in un matrimonio sfortunato.

La cerimonia è finita, ma le tradizioni no: una delle tradizioni molto comune è quella dell’uomo che porta in braccio la sposa oltre la soglia della loro casa primo ingresso. Questa tradizione ha origine da una credenza romana secondo cui è meglio per la moglie non inciampare entrando nella nuova casa perché questo potrebbe causare enorme sventura.

Ma saranno vere queste credenze popolari? Beh, io non ci credo, ma... fossi in voi sposini non rischierei!

E per la lista nozze? Ecco un consiglio per te!

SCOPRI GIFTSITTER

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!