Pixel
Matrimonio: senza confetti che gusto c'è?

Matrimonio: senza confetti che gusto c'è?

di Gabriella Massara

Dopo il lancio del riso i confetti rappresentano un classico della tradizione che assolutamente non deve mancare al matrimonio.

Un po' snobbati in tempi passati, negli ultimi anni sono tornati di moda con la sempre gradita confettata che offre, accanto ai classici, confetti ai gusti più svariati, da accompagnare alla torta o portare a casa in eleganti e originali sacchetti da accompagnare alle classiche bomboniere.

Perché proprio i confetti?

Da sempre considerati di ottimo auspicio, nei secoli passati erano i dolcetti più pregiati e quindi riservati alle cerimonie importanti come le nozze di alto rango.

Le due metà della mandorla, tenute insieme da un velo di zucchero non possono che simboleggiare l'unione della coppia. Infatti, il tipico confetto nuziale è formato da un nucleo interno, detto anima, costituito da una mandorla intera, di solito, sgusciata e pelata, rivestito da multistrati di zucchero tra loro sovrapposti secondo una specifica lavorazione.

Generalmente si usa mettere cinque confetti in ogni confezione, ma non è una regola ed il numero può variare, purché rimanga dispari. In particolar modo, secondo tradizione, i cinque confetti rappresentano salute, fertilità, lunga vita, felicità, ricchezza. Potremmo però optare anche per soli tre confetti simboleggiano la coppia ed il primo figlio. Infine, si potrebbe anche decidere di inserire un confetto solo, come si usa sempre più spesso, che fa riferimento all'unicità dell'evento. Ogni invitato avrà i suoi confetti, al sacchettino, andrà abbinato un bigliettino con i nomi degli sposi, per primo quello di lei, e la data delle nozze.

Come ogni tradizione che si rispetti si può trovare il modo per renderla originale e unica, questo dipende soprattutto dalla personalità degli sposi. Infatti, oggi il mercato offre svariate possibilità: confetti di tutte le forme, colori e gusti, persino firmati o intrecciati con l'incisione colorata del nome degli sposi o le iniziali. 

 

E per la lista nozze? Ecco un consiglio per te!

SCOPRI GIFTSITTER

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!