Pixel
Desert Therapy e i più affascinati deserti del mondo

Desert Therapy e i più affascinati deserti del mondo

di Gabriella Massara

Zaino in spalla e che "desert therapy" sia!

Se siete amanti dell'avventura e del pericolo non potete non organizzare almeno un viaggio in un deserto: la terra arida e con scarsa vegetazione potrebbe rivelarsi uno dei viaggi più belli che abbiate mai fatto. Il perché è presto detto: Carla Pedrotti, la “signora dei deserti”, ne ha inventato una vera e propria filosofia di viaggio, anzi una terapia! Si chiama Desert Therapy e consiste in un viaggio tra infinite dune di sabbia e "cammellate" sul dorso di un cammello. Un modo insolito per rigenerare corpo e mente che, per usare le parole di Carla Pedrotti, “più che un viaggio è un itinerario dell'anima da cui si esce rigenerati.”

Quindi, non serve altro che prenotare un biglietto e farsi trasportare dal fascino del deserto. Ma dove andare? Ecco i più affascinanti deserti al mondo da visitare rimanendo a bocca aperta.

Sahara

Quando si parla di deserto non si può non citare il Sahara (parola che in arabo significa proprio deserto). Si può optare per un tour nel Sahara attraverso le cosiddette vie dei cammellieri che offrono percorsi veramente straordinari e spettacolari. Attenzione però, il Sahara è così esteso che lo scenario cambierà a seconda dalle zone. Ad esempio, in Egitto troverete un bellissimo deserto bianco: una distesa che non è altro che un continuo susseguirsi di rocce di gesso bianco misteriose per poi fare una sosta nell'oasi di Farafra.  Se invece preferite un deserto con la sabbia sottile e dorata il posto giusto è la Tunisia e le sue bellissime oasi tra cui Tozeur e Douz dove ogni anno si svolge il Festival del Sahara con parate, concerti, balli tradizionali, corse di dromedari e spettacoli: uno spettacolo da non perdere. Non vi basta? Allora optate per la terra rossa del Marocco: tra le mete più consigliate sicuramente Erg Chebbi, la lunga e più alta distesa di dune del Marocco, le meravigliose Gole del Dades e la bellissima valle del fiume Ziz. Se potete non lasciatevi sfuggire la possibilità di pernottare nel deserto sormontati da un cielo infinito che brilla della luce di milioni di stelle.

sahara-desert

Wadi Rum

T.E. Lawrence definì questo deserto della Giordania come “immenso, echeggiante, divino”. Il deserto del Wadi Rum in Giordania presenta zone rocciose e zone sabbiose, con il colore arancione che spesso domina fino all'orizzonte. Il deserto del Wadi Rum nel sud della Giordania è una destinazione interessante per la bellezza e la varietà dei paesaggi ed un tour di un paio di giorni, combinando escursioni in fuoristrada con brevi trekking in compagnia di una guida beduina, permette di scoprire questa area della Giordania ideale per chi ama il deserto. Tra dune e infinite distese di sabbia si nascondono le stupende sorgenti di Jebel Khazali e la montagna delle sette colonne della saggezza. Una meta da non perdere!

wadi-mountain-7

Taklamakan

Per chi è sensibile al fascino dell'oriente non può perdersi uno dei deserti di sabbia più grandi al mondo. Situato regione autonoma dello Xinjiang in Cina, questo immenso deserto è famoso per le vie della seta, quei percorsi creati nell'antichità dai viaggiatori e commercianti del prezioso filato. Per capire la pericolosità di questo deserto, che a dire il vero è una parte dell’enorme deserto del Gobi, basti ricordare che il suo nome vuol dire “chi vi entra non può più uscirne”. Oggi il Taklamakan non è più il luogo dove “chi vi entra non può più uscirne”, poiché vi sono due autostrade che attraversano il deserto da una parte all’altra, quindi non correte nessun pericolo!

taklamakan_desert_china_asia_image

Thar

Il Thar, nello stato del Rajasthan in India è una interminabile distesa di sabbia ardente dove gli unici paesaggi sono dune di sabbia, rocce spettacolari e una rara vegetazione cespugliosa. Inoltre le pochissime aree abitate sono di una bellezza straordinaria, come nel caso di Jaisalmer che rappresenta una delle mete da non perdere. Le case sono costruite da fango, terra e sterco di vacca e sono decorate con motivi e colori brillanti. Qui è possibile ancora vedere una popolazione dedita ai lavori più semplici e legati alla terra.

Thar_desert_Rajasthan_India

Simpson Desert

Non vi basta? Allora spostiamoci nel "Nuovo continente". Allora il vostro deserto perfetto per poter rigenerare corpo e lo spirito si estende a sud di Alice Springs, oltre il confine con lo stato dell'Australia meridionale. Le catene sabbiose di questo deserto si sono formate lungo un antico alveo fluviale circa 60 milioni di anni fa, alcune di queste raggiungono i 200 km. Depressioni argillose poco profonde, linee serpentiformi di vegetazione che segnano alvei di fiumi in secca e la sconfinata piana salata bianca accecante del Lago Eyre a sud, sono gli elementi caratterizzanti di questo maestoso deserto. Le vaste distese di terreno accidentato rosso sono punteggiate dal gibber rosso e sono coperte da cespugli di spinifex pungente e di stentati eucalipti.

032-Simpson1

Agriate

Pensate che l'emozione del deserto si può provare solo molto lontano dall'Italia? Sbagliato! Il deserto delle Agriate, nella Corsica settentrionale, fa al caso vostro. Su un territorio di 16000 ettari spazzati dal vento e caratterizzati da un calore opprimente, si estende questo deserto arido in cui non cresce alcun tipo di vegetazione e in cui non vi è traccia di alcuna costruzione. L’ex “granaio di Corsica” che ha alimentato l’isola per secoli con i suoi appezzamenti coltivati ha cambiato completamente aspetto: un susseguirsi di pietre a perdita d’occhio con creste, vallate e cime innevate in inverno, a cui fanno da sfondo il Mediterraneo e il Capo Corso. La distesa è di una bellezza misteriosa, solitaria e silenziosa ed è il luogo adatto per un viaggio contemplativo.

deserto-bianco-2

E voi avete scelto la vostra prossima destinazione di viaggio? Perché non farsi regalare un viaggio per un'occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!