La lista dei 5 regali più brutti della storia dei tempi

La lista dei 5 regali più brutti della storia dei tempi

di Gabriella Massara

Regali indesiderati, come sopravvivere all'imbarazzo!

Al peggio non c'è mai fine? Ti sei trovato almeno una volta a dover far un sorriso forzato e ringraziare per un regalo ricevuto che si è dimostrato particolarmente non gradito? Bene, allora non puoi non continuare la tua vita se non leggi attentamente questo articolo.

regalo indesideratoPensa al regalo più brutto che tu abbia mai ricevuto per un compleanno, per la tua laurea o, che ne so, per Natale. Non temere, come te che stai leggendo, anche io nella mia vita ne ho viste tante: sembra proprio che quando si parla di fare un regalo si attivi nel cervello dei nostri amici un pulsante con su scritto "orrore". Non saprei dire quale sia il vero motivo di questo scempio, sarà per una bizzarra congiunzione astrale o semplicemente perché ho amici e parenti meno dotati di buon gusto del pianeta, sta di fatto che per anni il giorno del mio compleanno è stato di una tristezza infinita: giorni in cui il male supremo si è concentrato in un brutto e inutile oggetto sapientemente confezionato in carta regalo imbarazzante, spesso anche natalizia nonostante io compia gli anni a settembre (va bene il riciclo, ma ammettiamolo, non si può pensare di riciclare un regalo di ricevuto a Natale senza nemmeno cambiare la confezione).

Ritrovarsi a scartare i regali più brutti e imbarazzanti della storia è un'esperienza che ti segna, perché qui non stiamo parlando di aver ricevuto un regalo che non rispecchia i tuoi gusti personali, ma di quei regali che non si farebbero nemmeno al peggior nemico!

Il viso diventa paonazzo, la voce trema e non sai cosa dire. Cerchi di tirar fuori un sorriso, ma l'effetto è quello di qualcuno che si è tatuato in fronte un enorme punto indicativo. Sì, perché l'unica cosa che hai in mente in quel momento è "cosa ho fatto di male per meritarmi questo?".

Quindi, cercando di fare un po' di ordine tra le cianfrusaglie accumulate negli anni, ho pensato di stilare la lista dei 5 regali più brutti della storia dei tempi che, ahimè, i miei parenti e amici continuano a regalarmi convinti di fare cosa gradita (o più facilmente, sono regali riciclati che vengono sapientemente incartati, infiocchettati e spacciati come regali che vengono dal cuore).

1- MAGLIONE DELLA NONNA (O DELLA ZIA). Primo in tutte le hit parade della storia dei tempi. Qualsiasi nonna al mondo ha creato un maglione di lana per i propri nipoti. Tutto fatto a mano, con massima cura e precisione, ma con pochissimo buon gusto. Quando lo scarti sei già pronto a trattenere il vomito, ma devi far finta di non aver mai visto un capo più bello. Il colmo è che sei costretto a indossarlo ogni qual volta vai a trovare la tua cara nonnina. Peggio ancora se il maglione te lo regala una zia che non sa lavorare a maglia perché, se nel caso della nonna è apprezzabile la fatica e l'amore che ha messo nel confezionarti questo capo d'abbigliamento così trash da far rabbrividire chiunque, la zia è andata in un negozio e tra tutti i maglioni disponibili ha scelto il capo più brutto che le è capitato a tiro. Sei sicuro che tua zia ti vuole tanto bene come dice? Per scegliere una roba del genere c'è qualcosa sotto...fossi in te indagherei.

2- SALI DA BAGNO. Chi non li ha mai ricevuti? Sappiate che c'è un'altissima probabilità che quella profumata confezione che avete tra le mani sia stata riciclata! Ebbene sì, i sali da bagno sono tra le cose più regalate, ma più riciclate dai tempi dei tempi e sapete perché? Non li usa nessuno! Adesso le aziende produttrici di sali da bagno mi si rivolteranno contro, ma ammettiamolo, chi oggi usa i sali da bagno nella vasca? Inoltre, se vogliamo dirla tutta, questo regalo può anche essere male interpretato: chi lo riceve potrebbe anche pensare di emanare cattivo odore e che quel regalo sia un chiaro invito a curare di più la propria igiene personale. Per la serie, cosa avranno voluto dirti con quel regalo?

SCEGLI IL REGALO SU MISURA PER TE!

spazzola per calvi3- IL REGALO UTILE... NON PER TE. Non sempre ciò che ci regalano è un chiaro segno di cattivo gusto, spesso si tratta solo di essere sbadati e poco attenti alle esigenze e ai gusti degli altri. Qui si apre la lunga parentesi dei regali che si dimostrano utili... ma per altri. Pensiamo ad una spazzola professionale regalata ad una persona calva, a un set di tazzine da caffè con tanto di caffettiera decorata con lo stesso motivo delle tazze a chi non beve caffè nemmeno sotto tortura (esperienza provata di persona, io odio il caffè, anche solo l'odore mi dà fastidio. Sì, lo so a cosa state pensando, sono una brutta persona, ma i gusti sono gusti), un porta sigari o sigarette a chi non fuma o ha smesso di fumare, un libro in lingua tedesca quando il tuo tedesco si limita alle parole "danke, ja, nein, Kartoffeln (grazie, sì, no, patate)". Ricordo ancora quel che dissi a chi mi regalò un libro in russo: "non sai da quanto tempo avrei voluto leggerlo" (non riuscendo nemmeno a capire dal titolo che libro fosse). Potrei fare di questi esempi all'infinito, ma te li risparmio, la lista è così lunga che potresti star qui ore a leggere.

4- PANTOFOLE DI PELUCHE. Ecco un altro classico di cui è giusto avere il terrore! Arriva sempre il parente simpatico (o presunto tale) di turno e ti appioppa un pacco incartato alla buona, con carte appariscenti e fiocchi improponibili. Mentre lo scarti ti sale un brivido lungo la schiena, perché dalla morbidezza e dal peso del pacco hai già capito tutto! Appena le vedi ti verrebbe voglia di piangere per la rara bruttezza: coniglietti blu, maialini rosa, draghetti verdi, pantegane arancioni. Il parente simpatico, o presunto tale, ha anche il coraggio di aggiungere "Sono caldissime!". Ovviamente tu sorridi, annuisci e pensi che tornato a casa il cane saprà come occupare il suo tempo.

regalo brutto calzini5- CALZINI E CALZE DI LANA. Eccolo il classico dei classici, un evergreen che non tramonterà mai, il regalo che rappresenta il classico "pensierino" confezionato nel pacchettino piccolo e leggero e tu non hai bisogno di scartarlo, sai già perfettamente di cosa si tratta. C'è però una variante: ogni anno rimani sempre più stupito dalle fantasie, colorazioni e disegni di pessimo gusto che la mente umana è in grado di partorire. Anzi, ormai è diventata una vera e propria sfida: saranno più brutti di quelli dell'anno precedente? Così tra calze di lana, calzini di spugna, antiscivolo, scalda muscoli e gambaletti, anno dopo anno ti rifai il guardaroba dell'orrore. Non mi ricordo l'ultima volta che ho comprato calze di mia spontanea volontà riuscendo incredula a seguire il mio gusto personale. Ormai mi sono rassegnata: avrò calze brutte fino alla fine dei miei giorni, questo è sicuro.

Esiste una soluzione o sei destinato a ricevere regali brutti tutta la vita?

Per fortuna sì, la musica è cambiata ed esiste una soluzione pratica, veloce e assolutamente gratis: creare una lista regalo online!

Ad esempio, per il mio compleanno ho deciso di fare la lista su Giftsitter.com. I miei amici e parenti hanno versato le loro quote e anche i pensierini di pochi euro finalmente sono diventati utili perché sono stati cumulati e ho raccolto un bel gruzzolo. Con il denaro raccolto nella mia lista ho comprato un bel biglietto aereo con destinazione Berlino. Finalmente un regalo gradito, il regalo che desideravo e che ha realizzato un mio sogno!

Ricevuto regali indesiderati? Meriti di meglio!

SCOPRI GIFTSITTER

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!