Addio al celibato? No grazie, meglio lo Stag Weekend!

Addio al celibato? No grazie, meglio lo Stag Weekend!

di Gabriella Massara

Un weekend tutto al maschile per staccare la spina e prepararsi al grande giorno: lo Stag Weekend è già tendenza!

La scorsa settimana vi abbiamo parlato di come per le future spose l'addio al nubilato sia completamente passato di moda a favore di una usanza americana ormai diffusa in tutta europa: il Bridal Shower! L'articolo ha avuto tanto successo, motivo per cui ho pensato di dedicarmi un po' all'universo maschile (le donne all'ascolto non me ne vorranno). Contrariamente a ciò che accade per le future sposine, nel mondo maschile la tradizione dell'addio al celibato è dura a morire. Quello che però cambia è sicuramente lo stile.

In effetti se per anni si è pensato all'addio al celibato come una riunione di soli uomini ubriachi imbambolati davanti alle belle fattezze di una ballerina di lap dance, adesso si preferisce optare per qualcosa di più originale e che non implichi per forza donnine in déshabillé.

Meglio quindi lo Stag Party: se cercate nel dizionario troverete "addio al celibato", ma è qualcosa di leggermente diverso per vari motivi. Questo modo di festeggiare proviene dai salotti inglesi, dove gli uomini avevano l'abitudine di riunirsi in una stanza per bere un bicchierino e fumare. Lo stag party non è altro che una riunione organizzata in gran segreto da parte degli amici dello sposo. Ci si riunisce tutti in una casa, si scherza e si ricordano i vecchi tempi. Un modo per passare "l'ultima sera da scapolo" in relax, con gli amici di sempre. Ovviamente l'alcol è la prima cosa a cui pensare, poi arriva tutto il resto (non vi sconvolgete, l'obiettivo degli amici in questa serata è quello di far dimenticare anche il nome della fidanzata al futuro sposo).

una_notte_da_leoni_9

La cosa bella dello stag party è il fatto che questo facilmente si può trasformare in uno Stag Weekend. Infatti è ormai prassi una gitarella fuori porta tra amici prima del grande sì: un modo per staccare la spina da tutto lo stress accumulato nei giorni di organizzazione del matrimonio. Se la sposa infatti si concede un massaggio rilassante, lo sposo va a fare baldoria con gli amici come un quindicenne in gita scolastica perché questa "forse" è l'ultima occasione per comportarsi da adolescente (eh sì, un po' di sindrome di Peter Pan ci sta anche dopo il matrimonio: concessa la play station la domenica mattina, ma non tirate la corda).

Le mete più ambite per uno Stag Weekend di tutto rispetto sono le capitali europee con una certa preferenza per Amsterdam (che lo dico a fare), Budapest, Bratislava e Praga. Per chi invece preferisce il mare Ibiza, Barcellona o Malta. Per chi può spendere qualcosa in più e ha più di un weekend, ovviamente gettonatissima Las Vegas!

Ovviamente vale sempre il patto di segretezza e soprattutto:

* Prima regola dello Stag Weekend: non parlate mai del Stag Weekend. * Seconda regola dello Stag Weekend: non dovete parlare mai del Stag Weekend.

Vi piace come idea? Lo fareste?

Perché non raccogliere le quote viaggio per il vostro Stag Weekend tramite il nostro servizio Giftsitter.com?

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!